Castegnato, operaio perde la vita schiacciato dal tornio sul quale stava lavorando

E’ morto poche ore dopo il ricovero all’Ospedale Civile l’operaio della Carpenteria Industriale Bresciana di Castegnato schiacciato da una componente del tornio che stava programmando. Il drammatico incidente sul lavoro è avvenuto ieri poco prima delle 14. I primi a soccorrere Francesco Paolo Sanzone sono stati i compagni di lavoro: l’uomo era cosciente e in un primo momento le sue condizioni non sono sembrate disperate. Nel trasporto verso l’ospedale il peggioramento è stato repentino e in sala operatoria i medici non hanno potuto che constatare la gravita delle ferite riportate dagli organi interni a causa dello schiacciamento. L’uomo aveva 50 anni, lascia la moglie e due figli.

 

Il drammatico episodio rimette al centro dell’attenzione generale il tema della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro e rilancia la necessità di continuare e allargare lo sforzo comune tra imprese, rappresentanze dei lavoratori e istituzioni per radicare nelle aziende e nei lavoratori una vera e propria cultura della sicurezza, unico strumento in grado di arginare la tragica contabilità delle morti sul lavoro.

Etichette: , ,