Metalmeccanici, 12 ore di sciopero per riaffermare il valore del contratto
TORNA INDIETRO

Metalmeccanici, 12 ore di sciopero per riaffermare il valore del contratto

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 24 Maggio 2016

una fase della trattativaI sindacati di categoria dei lavoratori metalmeccanici pronti a 12 ore di sciopero con manifestazioni regionali il 9 e 10 giugno prossimi. Fim, Fiom e Uilm lo hanno annunciato al termine dell’incontro di oggi sul rinnovo del contratto di lavoro con Federmeccanica e Assistal.

 

 

IN LOMBARDIA 8 ORE DI SCIOPERO GIOVEDI 9 GIUGNO
CON MANIFESTAZIONE A MILANO

 

Si sta mettendo in discussione contemporaneamente il modello contrattuale fondato su due livelli contrattuali, e il ruolo e il valore del contratto nazionale quale reale strumento di tutela dei salari e dei diritti di tutte le persone che lavorano nelle imprese metalmeccaniche. Dopo sei mesi di trattativa – lamentano i sindacati – Federmeccanica è ferma di fatto sullo schema proposto lo scorso 22 dicembre, secondo cui il contratto nazionale non riconosce più alcun aumento salariale alla stragrande maggioranza della nostra categoria, e addirittura si penalizza chi in questi anni ha svolto la contrattazione nei luoghi di lavoro”.

 

Il nostro obiettivo – concludono i sindacati – è riaffermare un contratto che garantisca il potere d’acquisto del salario per tutti i metalmeccanici, che qualifichi le relazioni industriali, estenda la contrattazione di secondo livello su tutti gli aspetti che compongono la prestazione lavorativa, migliori l’organizzazione del lavoro e le condizioni di lavoro e introduca nuovi diritti di formazione, welfare, partecipazione e valorizzazione delle professionalità per tutti, tuteli tutte le forme di lavoro e l’occupazione, faccia ripartire gli investimenti e rilanci una vera politica industriale: questo è il rinnovamento che vogliamo e di cui c’è bisogno”.