Guarda la registrazione del convegno  E’ POSSIBILE SUPERARE L’OSTACOLO DELLE PAURE? clicca QUI

Iveco, 120 esuberi ancora da gestire. Fim Cisl: si prosegua con gli accordi, senza forzature
TORNA INDIETRO

Iveco, 120 esuberi ancora da gestire. Fim Cisl: si prosegua con gli accordi, senza forzature

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 23 Maggio 2016

iveco suzzara (mn)L’internalizzazione di ulteriori procedure lavorative dello stabilimento Iveco consentirà il riassorbimento di circa 200 posizioni lavorative tra quelle dichiarate in esubero. La notizia arriva al termine dell’incontro tra direzione aziendale e organizzazioni sindacali.

 

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

Ad oggi – scrive la Fim Cisl bresciana in una nota – sono stati gestiti 371 esuberi, sia attraverso il trasferimento a Suzzara ed altri siti nel territorio lombardo e nazionale che conteggiando le dimissioni. Nel corso della riunione si è convenuto che per affrontare le rimanenti eccedenze che al momento ammontano a circa 100/120 dipendenti, al termine della cassa integrazione straordinaria che scadrà ad agosto, si farà ricorso al contratto di solidarietà sino ad aprile 2017”.

 

PER 80 POSSIBILITÀ DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA PENSIONE

Parallelamente si utilizzeranno strumenti quali mobilità e Naspi che permettano ai lavoratori vicino alla pensione (si calcola che siano circa una ottantina) di potervi accedere. Resterà sempre comunque aperta la possibilità di ulteriori trasferimenti a Suzzara al fine di assorbire le rimanenti eccedenze.

 

L’AUSPICIO  DELLA FIM CISL BRESCIANA

Il nostro auspicio – ha dichiarato Stefano Olivari della Segreteria provinciale della Fim Cisl – è che gli strumenti condivisi messi in campo fino ad oggi siano in grado di gestire la situazione senza traumi e forzature, nello spirito che grazie agli accordi stipulati tra le parti ha accompagnato fino ad ora tutta la vicenda Iveco Brescia”.