La Filca Cisl alla manifestazione per cambiare la legge sulle pensioni

Nella rivendicazione che Cgil Cisl Uil intendono mettere alla base del confronto con il Governo sulla riforma della legge sulle pensioni, particolare rilievo assume il tema del riconoscimento, ai fini della determinazione dell’età pensionabile,  della diversa natura dei lavori. “Se i lavori non sono tutti uguali – fanno notare la Filca Cisl di Brescia riprendendo una nota nazionale della categoria – perché allora l’età per andare in pensione lo è? La nostra richiesta è di ridurre l’età pensionabile consentendo uscite flessibili e senza penalizzazioni, ai lavoratori che svolgono mansioni pesanti, come nei settori dell’edilizia e dei materiali da costruzioni, i quali per poter avere uno straccio di pensione sono costretti a stare sulle impalcature o in cava fino a 67 anni, con rischi per la propria sicurezza sempre maggiori, come confermano i dati di infortuni gravi e mortali aumentati tra gli over 60?.

Nella foto scattata questa mattina durante la manifestazione che si è tenuta a Brescia, la Segreteria al completo della Filca Cisl Brescia. Da sinistra: Roberto Bocchio (segretario generale), Sara Piazza ed Enrico Dalè.

da sinistra, Bocchio, Piazza, Dalè

Etichette: , , , , ,