Pensioni, domani a Brescia sindacati in piazza: la legge va cambiata

cgil-cisl-uilBrescia, come tantissime altre città, sarà domani mattina teatro di una iniziativa di protesta e di sensibilizzazione nell’ambito della mobilitazione nazionale di Cgil Cisl Uil per cambiare la legge sulle pensioni.

Dalle 9 alle 12 nello spazio del Quadriportico di Piazza Vittoria prenderà vita un presidio sindacale con la distribuzione di materiali che illustrano le modifiche necessarie al sistema pensionistico, per superare le attuali rigidità e mettere in moto meccanismi che consentendo flessibilità in uscita dal lavoro aprano spazi nuovi all’occupazione giovanile. Nel corso della mattinata è anche previsto l’incontro con i parlamentari bresciani.

Le pensioni devono garantire serenità e dignità agli anziani

Gli ultimi dati diffusi dall’Inps sulle pensioni “dimostrano come troppo spesso nel nostro Paese anche dopo una vita di lavoro non si è fuori dal rischio povertà” – sottolinea il segretario generale della Cisl Annamaria Furlan – “e se il 64% delle pensioni è inferiore a 750 euro è evidente che i pensionati fanno davvero fatica per arrivare a fine mese. La riforma delle pensioni è necessaria per creare un sistema di flessibilità in uscita, per fare spazio ai giovani, per garantire condizioni di serenità e di dignità agli anziani”.

Il sindacato sollecita l’apertura di un confronto con il Governo, non solo per inserire criteri di flessibilità in uscita e riconoscere la diversità dei lavori, ma per prevedere meccanismi più idonei a salvaguardare il valore degli assegni pensionistici e ritornare alla normativa sulla rivalutazione annuale in vigore prima del blocco imposto dalla riforma emergenziale del 2012.

Etichette: , , , ,