La Regione penalizza la formazione professionale pubblica. La Cisl accusa

studenti del Cfp Zanardelli per il progetto 'Accendi il cervello, spegni la luce'Tra le notizie pubblicate oggi dal Giornale di Brescia ce n’è una che riguarda il Cfp Zanardelli. “Tagli regionali: sotto l’albero 4 milioni in meno” titola il quotidiano di via Solferino, spiegando ulteriormente nel sommario: “La Lombardia conferma la riduzione dei fondi per la formazione”.

 

REGIONE SORDA ALLA RICHIESTA DEL TERRITORIO

Per i lettori del nostro sito è  una vicenda purtroppo nota, che tra fine marzo e inizio aprile ha visto una forte presa di posizione delle organizzazioni sindacali e una nota formale della Provincia alla Regione.

CISL FUNZIONE PUBBLICA ATTACCA:
GRAVI LE RESPONSABILITÀ DELL’ASSESSORE  
A nulla, purtroppo – commenta con amarezza Mauro Scaroni della Segreteria provinciale della Cisl Funzione pubblica – sono valse le richieste delle federazioni sindacali del pubblico impiego, a partire proprio dalle federazioni bresciane, che ripetutamente hanno chiesto all’assessore regionale Aprea un franco e serio confronto per evitare che venisse seriamente messo a repentaglio il destino della formazione pubblica, oggi prezioso argine alla dispersione scolastica e, come tale, fondamentale istituto di welfare che dovrebbe continuare ad essere un servizio pubblico. ?L’assessore Aprea ha invece mantenuto cocciutamente la propria intenzione di tagliare drasticamente i trasferimento alla formazione pubblica, a Brescia rappresentata dall’eccellenza del Cfp Zanardelli. L’iniziativa sindacale di contrasto a queste politiche di smantellamento dello stato sociale messe in campo da Regione Lombardia proseguirà coinvolgendo tutti gli attori della formazione professionale, ad iniziare dalle istituzioni territoriali, prime fra tutta la Provincia”.

NOVE SEDI TRA CITTÀ E PROVINCIA
Il Cfp Zanardelli è azienda speciale per la formazione professionale che fa capo alla Provincia di Brescia e che oltre a quella cittadina ha sedi a Chiari, Clusane, Darfo, Desenzano, Edolo, Ponte di Legno, Verolanuova e Villanuova sul Clisi
(la fotografia è tratta dal sito del progetto “Accendi il cervello, spegni la luce” che ha visto impegnate alcune classi del Cfp)

LA DICHIARAZIONE DEL NUOVO DIRETTORE
“I trasferimenti vengono azzerati – dice al cronista il nuovo direttore del Cfp Zanardelli, l’ingegnere Marco Pardo – ma ragioniamo in ordine a doti piene per ogni studente. Dobbiamo farcela senza tagliare posti ma aprendo ad altri settori, senza perdere di vista che la nostra mission è la formazione pubblica”.

 

 

Etichette: , , , , ,

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511