Mestieri di una volta, a Brescia 13.895 imprese
TORNA INDIETRO

Mestieri di una volta, a Brescia 13.895 imprese

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 14 Dicembre 2015

calzolaioSono 75 mila le imprese in Lombardia attive nei mestieri di una volta, e il maggior numero è nel bresciano: 13.895. Seguono Milano (12.508), Mantova (9.708), Pavia (8.203), Bergamo (7.903). I dati sono stati raccolti e diffusi dalla Camera di commercio di Milano che ha elaborato le informazioni del registro imprese ad ottobre 2015.

 

BRESCIA PRIMA PER LE IMPRESE AGRICOLE
A consegnare il primato alla nostra provincia sono le imprese agricole: nel bresciano ce ne sono 11.197; Mantova ne conta 8.782, Pavia 7.120, 5.557 Bergamo, Cremona 4.374, Milano “solo” 3.826.

LA CLASSIFICA PER MESTIERI
In totale in Lombardia sono oltre 51 mila moderni agricoltori. Ci sono poi quasi 6 mila panettieri e fornai, 4 mila lavanderie che hanno preso il posto delle lavandaie, 3 mila imprese di facchinaggio e trasloco, oltre 2 mila sartorie e produttori di tessuti.

LE SPECIALIZZAZIONI PER PROVINCIA
Milano ha il maggior numero di lavanderie (1.672), imprese di facchinaggio e trasloco (1.665). Brescia è prima per agricoltori (11.197) e per spazzacamini (12), Como per imprese impegnate nella tessitura (609), Varese per produttori di ricami, pizzi e merletti (203).

UNA TABELLA PIENA DI CURIOSITÀ
Dalla tabella di confronto riassuntiva emerge una realtà imprenditoriale tradizionale sorprendente. La nostra provincia ha 819 panettieri, 564 lavanderie, 273 imprese di sartoria, 133 calzolai, 74 imprese di taglio e piallatura del legno, 61 corniciai, 12 spazzacamino.