Sabato senza lavoratori all’IKEA: è sciopero nazionale contro il marchio svedese
TORNA INDIETRO

Sabato senza lavoratori all’IKEA: è sciopero nazionale contro il marchio svedese

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 10 Luglio 2015

ikea2Domani i dipendenti dell’Ikea di Roncadelle, e con loro tutti i lavoratori del marchio Ikea in Italia, incroceranno nuovamente le braccia. Protestano contro le inaccettabili proposte avanzate al tavolo per la definizione del nuovo contratto integrativo aziendale. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, che hanno indetto lo sciopero nazionale, non si piegano ai tagli lineari su maggiorazioni per lavoro domenicale e festivo e sulla trasformazione del premio aziendale fisso in elemento variabile, proposte peraltro presentate dal marchio svedese dopo la disdetta della contrattazione integrativa annunciata nelle scorse settimane.

Per le organizzazioni sindacali è inaccettabile che la crescita e lo sviluppo si finanzino esclusivamente sui salari degli oltre 6.000 lavoratori italiani – per la stragrande maggioranza con contratto di lavoro part time – che hanno contribuito a rendere Ikea uno dei leader mondiali dei mobili e accessori low cost. Domani in tutti i punti vendita italiani si svolgeranno mobilitazioni e presidi a sostegno della vertenza.