Agroalimentare: sicurezza sul lavoro significa sicurezza dei prodotti

la buona alimentazione (sito)Quali conseguenze possono avere le condizioni di lavoro nel settore agroalimentare sulla sicurezza degli alimenti che arrivano al consumatore? Per rispondere a questa domanda e migliorare la prevenzione e la sicurezza nell’intera filiera, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (Aifos) ha promosso in questi mesi il progetto “Coltiviamo la sicurezza” che ha ricevuto il patrocinio di Expo Milano 2015.

Tappa importante del percorso è il convegno di studio e approfondimento organizzato con la collaborazione di Cgil Cisl Uil che avrà luogo domani pomeriggio, mercoledì 1 luglio, dalle 14.30 alle 17.30, nella sede Aifos in via Branze 45 a Brescia.

Durante il convegno (“La buona alimentazione passa dalla sicurezza di lavoratori e lavoratrici”) non solo si parlerà di consumatori, di sicurezza alimentare e dei pericoli degli alimenti, ma anche di sicurezza nel settore agroalimentare, con particolare riferimento alla prevenzione nel mondo agricolo.

Quello della sicurezza alimentare – sottolinea Francesco Diomaiuta, componente della Segreteria provinciale della Cisl – è un argomento di rilevanza sanitaria, sociale ed economica che riguarda tutti. Delicatissima è la questione dell’impiego dei fitofarmaci, indispensabili nell’agricoltura per la produzione su larga scala, che hanno livelli differenziati di pericolosità per l’uomo e l’ambiente. In questo caso sicurezza significa rispetto preciso delle procedure lavorative e corretta informazione per evitare rischi sia per il consumatore che per gli operatori che devono effettuano la distribuzione dei prodotti fitosanitari”.

Nel programma del convegno figurano comunicazioni di Giuliano Mino Grossi, segretario regionale Uila (L’importanza della sicurezza sul lavoro nel settore agroalimentare); Rocco Vitale, presidente Aifos (Coltiviamo la sicurezza per il benessere del consumatore); Ennio Bozzano, direttore Inail Brescia (L’importanza della prevenzione nel mondo agricolo); Giuseppe Mortarino, responsabile del personale di Centrale del Latte di Brescia (L’esperienza di un’eccellenza bresciana che coniuga sicurezza sul lavoro e qualità alimentare).

La chiusura dei lavori è affidata ad Enzo Torri, segretario provinciale della Cisl bresciana

Etichette: , , , ,