L’estate a singhiozzo del servizio postale

ufficio-postaleI quotidiani hanno vita breve. Qualche volta però è utile conservarne una copia, almeno per un po’. Succede oggi con il Giornale di Brescia che a pagina 9 pubblica una tabella con i giorni di chiusura degli uffici postali nei prossimi due mesi. Un quadro dettagliato che comprende sia le chiusure per l’intera giornata che quelle pomeridiane.

 

L’estate a singhiozzo del servizio postale non è una novità. Dipende sicuramente da una riduzione del volume complessivo di lavoro ma anche dalla carenza di personale che non consente di garantire sia il diritto alle ferie dei lavoratori che la continuità del servizio.

Il piano di Poste Italiane, ovviamente, non nasce a casaccio e va riconosciuto lo sforzo di una programmazione che cerca di ridurre i possibili disagi anche nei due mesi centrali dell’estate.

Quest’anno sono 51 gli uffici postali interessati da giornate o pomeriggi di chiusura. “Complessivamente – ha dichiarato Giovanni Punzi, segretario provinciale dei postali Cisl – l’estate 2015 porterà minori tagli rispetto alla stessa stagione dell’anno precedente: 255 giorni contro 368”.

Rispetto agli anni passati – ha aggiunto Punzi nell’intervista al Giornale di Brescia – Poste Italiane ha prestato particolare attenzione alle esigenze dei pensionati, evitando di chiudere gli uffici nei primi giorni del mese, quelli del pagamento delle pensioni. Minori sono anche le chiusure nella giornata del sabato, utile per molti utenti”.

Etichette: , , , ,