Pensionati: lettera al presidente nazionale dell’INPS e appello ai sindaci bresciani
TORNA INDIETRO

Pensionati: lettera al presidente nazionale dell’INPS e appello ai sindaci bresciani

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 11 Aprile 2015

alfonso rossini fnp cisl bresciaGli indirizzi sono diversi, i temi differenti, ma il messaggio è identico: dialogo e confronto per dare risposte ai problemi della popolazione anziana. I sindacati provinciali dei Pensionati Cgil Cisl Uil hanno posto la questione al nuovo presidente dell’INPS, Tito Boeri, e ai sindaci del Distretto sanitario n.2 (che comprende i Comuni di Berlingo, Castegnato, Castel Mella, Cellatica, Gussago, Ome, Ospitaletto, Rodengo Saiano, Roncadelle, Torbole Casaglia e Travagliato).

LA LETTERA E L’APPELLO
Al primo hanno consegnato una lettera [INPS, i sindacati chiamano Boeri – Bresciaoggi 9.4.2015] in occasione della presentazione del Rendiconto dell’INPS di Brescia avvenuta in Palazzo Loggia ad inizio settimana.

Ai sindaci, invece, l’appello è stato rivolto direttamente [Uniti per aiutare i pensionati Giornale di Brescia 11.4.2015] durante un convegno che si è svolto a Travagliato per iniziativa di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp.

ROSSINI (FNP CISL): UNIRE LE FORZE
Occorre prendere atto – ha detto Alfonso Rossini, segretario provinciale dei Pensionati Cisl – della fine di un modello di sviluppo che per tanti anni ha assicurato prospettive e certezze, nel campo del lavoro e dell’assistenza. Ora prevalgono le incertezze e per farvi fronte bisogna unire tutte le forze e puntare sulla capacità di operare insieme in difesa della coesione sociale”.