Guarda la registrazione del convegno  E’ POSSIBILE SUPERARE L’OSTACOLO DELLE PAURE? clicca QUI

Bancari, intesa per il nuovo contratto. A Brescia sono 6.300 i lavoratori del credito
TORNA INDIETRO

Bancari, intesa per il nuovo contratto. A Brescia sono 6.300 i lavoratori del credito

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 1 Aprile 2015

Abi-2-240x180Raggiunta nella notte l’ipotesi di accordo tra Abi e organizzazioni sindacali sul rinnovo del contratto nazionale di lavoro degli oltre 309.000 lavoratori bancari italiani (6.300 nel bresciano. “Si tratta di un contratto non privo di sacrifici – ha spiegato il segretario generale della Fiba Cisl Giulio Romani – purtroppo inevitabili in questa congiuntura economica, ma è anche un contratto che protegge la retribuzione dei lavoratori e lascia inalterate tutte le tutele garantite dal precedente contratto, relative ad area contrattuale, profili professionali e scatti di anzianità”.

 

 

L’intesa è arrivata dopo un tour de force iniziato nel primo pomeriggio di ieri, culmine di una trattativa durata da un anno e mezzo e caratterizzata da scioperi e confronti anche duri fra le parti. Fra accelerazioni e stop dei negoziati, tutto sembrava vicino a una nuova rottura la scorsa settimana quando i sindacati avevano interrotto le trattative sul tema della salvaguardia dell’occupazione.

L’impasse è stata superata con l’inserimento di soluzioni per l’occupazione (creazione di una piattaforma bilaterale per la ricollocazione nel settore del personale licenziato in caso di crisi aziendali), una particolare attenzione ai giovani assunti (per loro è previsto un salario d’ingresso attraverso il fondo per l’occupazione aumentato dell’8%), un incremento economico pari ad 85 euro Si è arrivati così alla firma dell’accordo che dovrà passare al vaglio dell’Esecutivo dell’Abi e delle assemblee dei lavoratori, che dovranno concludersi entro il 15 giugno.