Via le pregiudiziali delle banche. Riprende la trattativa per il contratto nazionale di lavoro
TORNA INDIETRO

Via le pregiudiziali delle banche. Riprende la trattativa per il contratto nazionale di lavoro

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 21 Febbraio 2015

Riparte la trattativa sul rinnovo del contratto nazionale di lavoro dei bancari. Dopo lo sciopero seguito alla rottura dei negoziati, l’Abi, l’associazione che riunisce gli istituti di credito italiani, ha ritirato le pregiudiziali su Tfr e scatti di anzianità.

“Bene la ripresa della trattativa – commenta la Fiba Cisl – per verificare quali siano i reali intenti di Abi. E soprattutto bene avviare una trattativa che, di fatto, non è mai iniziata”.

La federazione Cisl dei lavoratori del credito rileva inoltre che nei fattori decisivi per garantire stabilità al sistema va ricompresa anche l’occupazione, la tenuta dei rapporti di lavoro e delle relazioni sindacali: “Se Abi avesse realmente discutere delle difficoltà del sistema – sottolinea la Fiba Cisl – avrebbe accettato di ragionare, come dai noi richiesto, sulle motivazioni per cui il sistema è in difficoltà. Ad esempio come gestire il credito deteriorato, come valorizzare le professionalità. In un anno e mezzo di trattative il tavolo si è attardato a discutere di cose che poco hanno a che fare con la stabilità del sistema e la situazione di difficoltà è generata da responsabilità individuali, dallo stato generale dell’economia, dalla stabilità politica del paese, certamente non da dinamiche negoziali e dal costo del lavoro.

I prossimi appuntamenti per il prosieguo della trattativa saranno il 25 febbraio, 5 e 10 marzo.