BONUS 200 euro: che cos’è? chi ne ha diritto? chi deve fare la domanda e chi no? All’ INAS CISL tutte le risposte

Entra in vigore il nuovo ISEE, chiave che apre le porte di tante agevolazioni
TORNA INDIETRO
cafinas

Entra in vigore il nuovo ISEE, chiave che apre le porte di tante agevolazioni

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 2 Gennaio 2015

nuoiseAgevolazioni fiscali per casa e famiglia, sostegno al reddito in caso di perdita del posto di lavoro, bonus bebè per i nuovi nati e le famiglie numerose: per accedervi occorre disporre del nuovo ISEE.

L’indicatore della situazione economica familiare sarà la password per ottenere le più diverse prestazioni. E sarà un indicatore specifico per ogni situazione.

UN ISEE PER OGNI NECESSITÀ

  1. ISEE standard o ordinario, per la generalità delle prestazioni sociali e per tutte le agevolazioni di carattere fiscale a livello locale, ad esempio ai fini Imu, per le addizionali Irpef, per il pagamento della Tari, ma anche per il bonus gas e elettricità. In questo caso si tiene conto dei redditi di tutti i componenti del nucleo familiare come risultano dallo stato di famiglia.
  2. ISEE Università, per la riduzione delle tasse di iscrizione e le borse di studio, che tiene conto dei redditi del nucleo familiare di appartenenza anche nel caso di studenti residenti altrove e quindi non presenti nello stato di famiglia-
  3. Isee Sociosanitario, per l’accesso a prestazioni quali assistenza domiciliare per le persone con disabilità e/o non autosufficienti, che si basa su un nucleo familiare ristretto (solo beneficiario, coniuge e figli se minorenni) o nucleo composto dal solo soggetto disabile maggiorenne, anche se vive con i genitori.
  4. ISEE Sociosanitario-Residenze, per ricoveri presso residenze socio-sanitarie assistenziali – RSA, RSSA, residenze protette, strutture residenziali e semiresidenziali per le persone non assistibili a domicilio – che tiene conto della condizione economica anche dei figli del beneficiario non inclusi nel nucleo familiare;
  5. ISEE Minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi, per le prestazioni agevolate rivolte ai figli, che prende in considerazione la condizione del genitore non convivente per stabilire se essa incida o meno nell’Isee del nucleo familiare del figlio.
  6. ISEE Corrente, che consente di calcolare un Isee con riferimento ad un periodo di tempo più ravvicinato al momento della richiesta della prestazione nell’ipotesi in cui si verifichi la perdita del posto di lavoro per tenere conto dei redditi reali al momento della presentazione della certificazione.

COSA FARE PER OTTENERE IL NUOVO ISEE?
Punto di partenza per ottenere l’ISEE è la sottoscrizione di una Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu): le informazioni autodichiarate saranno successivamente completate con dati acquisiti direttamente da Agenzia delle entrate e Inps. Una volta raccolti questi dati l’Isee viene calcolato dall’Inps e reso disponile entro 10 giorni lavorativi. L’Isee ha validità dal momento della presentazione fino al 15 gennaio dell’anno successivo.

IL CAF CISL TI AIUTA
Il Caf Cisl, cosi come tutti gli altri centri di assistenza fiscale, sta aspettando dall’INPS la necessaria convenzione con le autorizzazioni a prendersi in carico le pratiche del nuovo ISEE, ottenuta la quale sarà in grado di fornire informazioni e assistenza.