Anticipi di cassa integrazione: prorogato l’accordo con le banche

la valsabbina e? una della banche firmatarie dell'intesaProrogato l’accordo territoriale per il sostegno ai lavoratori e lavoratrici delle imprese in crisi. A sottoscrivere il prolungamento al 31 dicembre 2015 degli effetti dell’intesa avviata il 10 dicembre del 2012, istituzioni (Provincia di Brescia e Camera di Commercio), istituti di credito (BCC, Banca Valsabbina, Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia) e organizzazioni sindacali (Cgil Cisl e Uil Brescia).

In caso di cassa integrazione a zero ore, l’accordo consente a chi ne è coinvolto di ottenere da parte delle banche firmatarie l’anticipazione delle spettanze Inps; generalmente, infatti, sono soldi che l’Istituto di previdenza sociale eroga con tempistiche troppo lunghe che mettono in difficoltà economiche i lavoratori interessati.

Grazie all’accordo:

  • a richiesta del lavoratore le banche concederanno finanziamenti individuali fino ad un importo massimo di 6.300 euro;
  • il lavoratore potrà prelevare un importo massimo di 700 Euro mensili e gli importi non saranno soggetti a tasso di interesse, né a spese di gestione del conto;
  • il lavoratore cederà alla banca il credito che vanta nei confronti dell’Inps;
  • la banca tratterrà le somme fino a concorrenza dell’ammontare del finanziamento.

Nella situazione attuale di crisi – scrivono in un comunicato Cgil Cisl Uil provinciali – riteniamo importante questa proroga per dare risposte tempestive alle necessità del territorio e alle migliaia di lavoratori e lavoratrici coinvolti dalla cassa integrazione. L’accordo provinciale è uno strumento aggiuntivo all’accordo regionale e può essere attivato in alternativa come strumento più flessibile nell’accesso all’anticipo delle spettanze ai lavoratori delle imprese in crisi”.

 

 

 

Etichette: , , , ,