Cgil Cisl Uil e i Consigli di quartiere: incontro con il Sindaco Del Bono
TORNA INDIETRO

Cgil Cisl Uil e i Consigli di quartiere: incontro con il Sindaco Del Bono

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 22 Ottobre 2014

la mappa dei quartieri di bresciaCome saranno i nuovi Consigli di quartiere di Brescia che prenderanno il posto delle Circoscrizioni? Come funzioneranno? Sapranno rianimare la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica? Cgil Cisl Uil mettono questi ed altri interrogativi sul tavolo di un incontro pubblico con il sindaco di Brescia Emilio Del Bono e l’assessore Fenaroli in calendario lunedì 27 ottobre alle ore 9,30 nell’Auditorium della sede Cisl in via Altipiano d’Asiago, 3.

LA DEMOCRAZIA VIVE DI PARTECIPAZIONE – Un appuntamento promosso dalle organizzazioni sindacali provinciali d’intesa con le rispettive categorie dei pensionati che già da qualche settimana hanno lanciato un appello al voto per il prossimo 14 dicembre, indicando la nascita dei Consigli di quartiere come un’importante occasione per la partecipazione democratica.

COMPITI E FUNZIONI – I nuovi Consigli di quartiere saranno organismi con funzioni consultive, propositive e di promozione della cittadinanza attiva per favorire la partecipazione e il coinvolgimento dei residenti di ogni realtà territoriale, nelle scelte dell´Amministrazione, per fare percepire «le voci» di tutti i quartieri. Tra le funzioni, quelle di essere consultati dalla Giunta comunale in occasione della predisposizione del bilancio, o per provvedimenti di particolare rilevanza; presentare proposte per il territorio in ambiti importanti come servizi alla persona, alla famiglia e alla comunità, servizi culturali e sportivi, educativi, di trasporto pubblico, tematiche economico-sociali ed ambientali.

CHI PUÒ’ VOTARE? – Alle elezioni, per rendere i nuovi Consigli il più possibile rappresentativi, potranno partecipare anche i sedicenni e i cittadini extracomunitari residenti a Brescia da almeno 5 anni. Si voteranno i Consigli in 33 quartieri cittadini che, poi, procederanno ad eleggere il presidente di ciascuno.