Nel bresciano più immigrati ma meno irregolari. Presentato l’Annuario CIRMiB 2014

l'immagine di copertina dell'annuario cirmib 2014In occasione dell’uscita dell’Annuario 2014 del CIRMiB, il Centro bresciano inter universitario di ricerca sulle migrazioni, si è svolto ieri pomeriggio in Università Cattolica un seminario dal titolo: “Accoglienza non fa rima con emergenza. L’immigrazione straniera in provincia di Brescia“.

CRESCE IL NUMERO DI IMMIGRATI… – Lo scorso anno gli stranieri a Brescia sono cresciuti del 3,7% che porta il numero di immigrati sul totale della popolazione al 13,4%, un punto in più rispetto al 2012.  Non siamo però di fronte ad una “invasione” ma all’incidenza dei nuovi nati da genitori stranieri: nel 2013 sono stati il 29% del totale.

…CALA IL NUMERO DEGLI IRREGOLARI – La crisi pesa però anche sulla natalità delle famiglie immigrate, visto che nel 2012 la percentuale dei nuovi nati con un cognome straniero era stata del 31%. Le difficoltà economiche sono segnalate anche da una pesante frenata nelle rimesse verso i paesi di origine e dal calo del numero di stranieri proprietari dell’abitazione in cui vivono: erano il 15% nel 2012, sono passati all’11% nel 2013.  Le minori opportunità determinate dalla crisi incidono anche sulla riduzione della quota di irregolari che scende di 11,6 punti percentuali rispetto al 2012, attestandosi al 6,5%.

immigrazione-e-contesti-locali-annuario-cirmib-2014-235045La ricerca è stata svolta con la collaborazione dell’Osservatorio regionale per l’integrazione e la multietnicità, con gli uffici della Provincia di Brescia, del Comune di Brescia, della Prefettura e della Questura.

ACCOGLIENZA: MOLTO RESTA DA FARE – Dopo la presentazione dei dati demografici è seguito un dibattito sul tema dell’accoglienza a livello cittadino, regionale e territoriale, con riguardo alle relazioni interetniche e alle relazioni tra soggetti, comunità ed istituzioni. In particolare, si è discusso su quanto resta da fare nel contesto bresciano per rendere la città a tutti gli effetti un luogo di accoglienza, inclusione e partecipazione.

 

E’ di origini straniere un cittadino su cinque (Giornale di Brescia 21.10.2014)

Etichette: , , , ,