Voglia d’impresa, opportunità per il lavoro. Brescia al terzo posto in Lombardia
TORNA INDIETRO

Voglia d’impresa, opportunità per il lavoro. Brescia al terzo posto in Lombardia

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 24 Agosto 2014

imagesCAUAM4WHIl segretario provinciale della Cisl lo ha ricordato anche nel recente dibattito sul Patto per Brescia: “Le parole, gli slogan, i proclami non salvano e non creano neanche un posto di lavoro”, l’occupazione deriva da una volontà imprenditoriale che nella nostra provincia ha storia e tradizione straordinarie, che vanno tradotte nel presente e coniugate al futuro.

VOGLIA DI FARE IMPRESA
Anche per questo occorre guardare con attenzione agli indicatori che fotografano la realtà sottolineando quei caratteri che la crisi sembrava avere messo in scacco. L’ultima ricerca che va in questa direzione è stata diffusa dal Servizio Studi della Camera di Commercio di Milano, che ha cercato dei parametri per misurare la “voglia di fare impresa” nei diversi territori della Lombardia.

BRESCIA, SECONDA PROVINCIA PER NUMERO DI IMPRESE E DI IMPRENDITORI…
Nella nostra regione sono circa 950 mila le imprese registrate e 1,7 milioni le persone con cariche imprenditoriali. Si concentrano soprattutto a Milano e provincia che da sola conta 358mila imprese e 681 mila cariche imprenditoriali. Seconda è Brescia (121mila imprese e 205mila cariche), terza Bergamo (96mila e 158mila).

…TERZA PER NUMERO DI IMPRENDITORI RISPETTO AGLI ABITANTI
A Milano spetta il record della voglia di fare impresa in Italia, con 113 imprese e 214 imprenditori ogni mille abitanti, più della media lombarda ( 95 imprese e 167 imprenditori) e nazionale (100 imprese e 155 imprenditori). Dopo Milano, vengono Mantova (con 166 imprenditori ogni mille abitanti) e Brescia (162), Bergamo (143) e Como (142).

In media a Milano si registra il 38% della densità di cariche in più rispetto al dato italiano (214 ogni mille abitanti rispetto a 155). Oltre un milanese su cinque coinvolto in una impresa contro un lombardo e un italiano su sei. A Roma il dato è di 171 cariche ogni mille abitanti.