Bonanni rilancia da Brescia la strada dell’unità
TORNA INDIETRO

Bonanni rilancia da Brescia la strada dell’unità

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 2 Luglio 2014

La sede bresciana della Cisl ha ospitato ieri la riunione del Consiglio generale della Cisl Lombardia. Erano presenti circa ottanta dirigenti dei territori e delle categorie regionali. A sottolineare l’importanza dell’appuntamento, la partecipazione del segretario nazionale Raffaele Bonanni.

Aperta con un breve saluto del segretario provinciale Enzo Torri che ha ricordato l’impegno della Cisl bresciana per accompagnare la difesa del lavoro ad una riconsiderazione più autentica dei valori che lo animano, la riunione è stata introdotta del segretario regionale Gigi Petteni che ha fatto il punto della situazione politica sindacale. “C’è più fiducia nell’aria, è vero, ma non ci sono segnali sull’occupazione – ha detto Petteni – e il ricorso alla cassa integrazione è sempre forte. Il bilancio dall’inizio della crisi ad oggi, è pesantissimo: –7,8% l’occupazione, +3,7 milioni i senza lavoro, + 3 milioni i poveri”.

Anche per questo è importante il rilancio di una forte iniziativa sindacale, “insieme a Uil e Cgil, – ha detto il leader nazionale Bonanni – partendo dalla piattaforma unitaria su fisco e pensioni che porteremo nelle prossime settimane alla discussione con lavoratori nelle assemblee”.

In una fase politica che sembra negare il valore del dialogo e il contributo dei corpi sociali intermedi, il recupero dell’azione unitaria del sindacato è strada obbligata: “Così come la Camusso ha chiesto a Landini in congresso se crede di poter andare avanti senza la Cisl – ha detto Bonanni – io chiedo a voi se credete di poter andare avanti senza la Cgil”.

 

LA RASSEGNA STAMPA SULLA RIUNIONE

La sfida unitaria di Bonanni (Giornale di Brescia 2.7.2014)

Bonanni rilancia la nuova azione unitaria (Bresciaoggi 2.7.2014)