La Cisl per gli Amministratori di sostegno | Scopri di più

Sanità bresciana (4): il Pronto soccorso non è l’alternativa ai medici di base
TORNA INDIETRO

Sanità bresciana (4): il Pronto soccorso non è l’alternativa ai medici di base

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 25 Giugno 2014

luigi filipppini, segretario cisl mediciNel dibattito in corso nell’Auditorium della Cisl sulla riforma del sistema sanitario lombardo, Luigi Filippini, responsabile della Cisl Medici, ha richiamato l’attenzione sul boom degli accessi al Pronto soccorso, un segnale di preoccupazione forte perché dalla registrazione delle prestazioni risulta che quasi il 70% dei casi la casistica degli interventi erano curabile dal medico di medicina generale.

L’IMPORTANZA DEI MEDICI DI BASE E DELL’INFERMIERE DI TERRITORIO – Da qui l’appello certamente ai cittadini, perché ricorrano ai al pronto soccorso solo per problemi di vera urgenza, ma soprattutto al sistema sanitario che costringe il cittadino ad andare al pronto soccorso per la mancanza di strutture intermedie che possano dare risposte ai “codici bianchi” a tutte le ore e che potrebbero far leva sui medici di medicina generale – che sono il vero snodo del sistema ed il vero riferimento del rapporto tra Ospedale e territorio – ma anche sull’istituzione dell’Infermiere di famiglia o di territorio.