In Lombardia il 78% dei lavoratori ha detto sì al contratto gomma-plastica

gomma-plasticaSono terminate le assemblee di consultazione svoltesi tra i lavoratori del settore gomma-plastica sul rinnovo del contratto nazionale di lavoro. “L’ipotesi di accordo raggiunta dopo 13 mesi di trattative e 20 ore di sciopero – scrivono in una nota le Segreterie provinciali di Femca Cisl e Uiltec Uil – ha trovato il consenso della stragrande maggioranza dei lavoratori. A livello nazionale il sì all’accordo ha raggiunto l’87%, con punte del 98% in Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna dove c’è la presenza più significativa di addetti della gomma plastica; in Lombardia l’accordo è stato approvato dal 78% dei lavoratori”.

IL PUNTO DI PARTENZA
“La difficile situazione economica del paese – si legge ancora nella nota Femca e Uiltec – e le difficoltà che anche il comparto della gomma plastica ormai da anni sta affrontando, hanno condizionato in maniera pesante sin dall’inizio le trattative per il rinnovo di questo contratto. Difficoltà che già nel precedente rinnovo di quattro anni fa avevamo dovuto affrontare negoziando scambi contrattuali a fronte di aumenti economici”.

IL VALORE DEL RINNOVO
“Il significativo consenso ottenuto nelle assemblee premia il lavoro svolto dalla delegazione trattante – sottolineano le due Segreterie provinciali di categoria – che ha saputo con il passare del tempo eliminare dal tavolo della trattativa una serie di richieste della controparte che di fatto avrebbero portato ad uno scarso incremento economico ed un sostanziale indebolimento dei diritti. I lavoratori, dopo un percorso difficile e con più fasi conflittuali, hanno riconosciuto il valore di un rinnovo contrattuale avvenuto senza scambi e con risultati economici vicini alle richieste iniziali recuperando inoltre il valore economico dei 13 mesi senza contratto”.

SALVAGUARDATO IL RUOLO DEL CONTRATTO NAZIONALE
“Nell’esprimere un giudizio positivo sull’intesa raggiunta, Femca e Uiltec di Brescia – conclude la nota – sottolineano l’importanza di aver salvaguardato, nonostante i tentativi delle controparti, il ruolo del contratto nazionale, delle Rsu e delle organizzazioni sindacali”.

Etichette: , ,