Per i lavoratori dell’artigianato lombardo, salario di produttività e fondo welfare

00008417-00000001Il 2014 si apre segnando una importante estensione della contrattazione di secondo livello in Lombardia. Sono stati infatti rinnovati i contratti regionali per i 180.000 lavoratori artigiani in Lombardia, circa 42.000 nel bresciano,impegnati nei diversi settori che costituiscono il comparto: metalmeccanico, chimico, tessile, grafico, legno, alimentare e acconciatori.

I rinnovi contrattuali hanno dovuto tener conto della fase di difficoltà economica che il settore attraversa, individuando misure che hanno permesso di combinare le esigenze di maggiore flessibilità per le imprese con il riconoscimento di risultati per i lavoratori.

Due sono le innovazioni particolarmente significative negoziate in questi contratti: l’introduzione per la prima volta nel settore artigiano di un salario di produttività e la costituzione nel corso del 2014 di un fondo di welfare contrattuale a favore dei lavoratori, alimentato con un versamento che varrà 60 euro su base annua, che permetterà di erogare anche agli artigiani prestazioni di carattere sanitario o sociale integrative.

La quantificazione del premio di produttività è stata così stabilita:
Legno-lapidei, 750 euro;
chimica, ceramica e gomma plastica, 850 euro;
tessile, moda abbigliamento e calzaturiero, 300 euro;
comunicazione,editoria e grafica, 730 euro;
metalmeccanici, 800 euro;
alimentare, panificazione, 750 euro;
acconciatura ed estetica, 350 euro.

Sono accordi che riguardano un numero di dipendenti pari a tre volte quelli della Fiat – ha detto Gigi Petteni, Segretario generale della Cisl Lombardia – e questo la dice lunga sull’importanza del risultato e su quanta attenzione crescente va data al mondo delle piccole e medie imprese. Questi nuovi contratti rilanciano fortemente in Lombardia l’azione della contrattazione decentrata, che non è in crisi e sta vivendo una nuova stagione di qualità”.

 

leggi anche
Contratti Regionali per 180.000 dipendenti delle aziende artigiane lombarde

Etichette: , , ,