Acqua, diritto umano da scrivere nella legislazione europea

acqua diritto di tuttiSono già 25 gli Stati membri dell’Unione Europea che hanno certificato la validità delle firme (raccolte attraverso il “diritto d’iniziativa” dei cittadini europei* ) per chiedere alla Commissione europea di “attuare il diritto umano all’acqua attraverso strumenti di legislazione dell’Unione”.

 

 

A GENNAIO LA CONSEGNA DEI CERTIFICATI Complessivamente le firme raccolte sono state quasi 1,9 milioni e “ad oggi – informa il comitato promotore della campagna – abbiamo ricevuto 25 certificati rilasciati dalle autorità degli Stati membri che hanno verificato le nostre firme, confermando che abbiamo raggiunto un numero di 1.659.692 firme valide. Di questo abbiamo informato la Commissione europea. A gennaio consegneremo questi certificati al commissario per le Relazioni interistituzionali e l’amministrazione Maros Sefkovic”.

APPUNTAMENTOI AL 22 MARZO 2014? – Una volta consegnati i certificati nazionali di validazione delle firme è probabile che il Parlamento europeo inviti il comitato promotore dell’iniziativa ad una audizione in cui possa spiegare le richieste appoggiate da un così gran numero di cittadini. Toccherà poi ufficialmente alla Commissione europea dare risposta pubblica alla richiesta. La speranza è che la Commissione faccia coincidere l’annuncio dell’attuazione del diritto umano all’acqua nella legislazione dell’Unione in occasione della Giornata mondiale dell’acqua in calendario il 22 Marzo 2014.

 

 

* IL DIRITTO DI INIZIATIVA DEI CITTADINI EUROPEI
Attraverso il “diritto d’iniziativa” le leggi dell’Unione Europea prevedono che una proposta sostenuta da almeno un milione di cittadini europei diventi sollecitazione alla Commissione europea a presentare una proposta legislativa.

Etichette: , ,