Cgil Cisl Uil Lombardia chiedono alla Roma politica e sindacale più concretezza

comizio14.12.2013Anche a Milano e in Lombardia ieri migliaia di lavoratrici e lavoratori hanno partecipato alla mobilitazione nazionale indetta da Cgil Cisl Uil per cambiare la Legge di stabilità. In piazza San Babila i tre sindacati hanno organizzato una manifestazione presidio che ha visto alternarsi una consistente presenza di delegazioni provenienti da tutte le province della Lombardia.

MENO PATTI E PIÙ FATTI – “Oggi – ha detto Gigi Petteni, Segretario generale Cisl Lombardia chiudendo il comizio – la Lombardia è scesa in piazza qui a Milano per far sentire con forza la voce dei lavoratori e dei pensionati. Chiediamo alla Roma politica e sindacale di cambiare il passo. E’ ora di dare una scossa. Si chiedono troppi patti: da Milano gridiamo che vogliamo fatti. Vogliamo fatti concreti, sul lavoro e sul fisco. Per questo oggi siamo qui, a ribadire le nostre ragioni, le nostre proposte. E continueremo fino a quando non saranno fatte delle modifiche”.

UN’INVERSIONE DI TENDENZA – “Chiediamo con forza un’inversione di tendenza sul tema del lavoro – ha proseguito Petteni – vogliamo provvedimenti seri per il lavoro e per la crescita: occorre più impegno per fare in modo che si ricreino condizioni di lavoro e occupazione. Vogliamo subito una legge sui contratti di solidarietà in Lombardia e cambiamenti immediati del decreto Giovannini sugli ammortizzatori sociali. E’ un decreto sbagliato, che rischia di mettere in difficoltà migliaia di lavoratori con gli ammortizzatori sociali”.

CI ASPETTA UN ALTRO ANNO DIFFICILE – La crisi non è finita, il 2014 sarà un altro anno difficile, e serve un sostegno al reddito. “Il ministro Giovannini sostiene di voler dare un contributo alla lotta alla povertà – ha sottolineato Petteni – ma il suo impegno prioritario dovrebbe essere quello di non creare nuovi poveri e il decreto che si accinge ad approvare è un provvedimento che rischia di creare povertà. Certo che bisogna aiutare chi è in difficoltà, ma bisogna anche creare le condizioni per cui io persone non si vengano a trovare in questa situazione”.

TASSARE I REDDITI PIÙ ALTI – Quanto agli interventi sul fisco, “si può fare di più e meglio” ha detto il Segretario generale della Cisl Lombardia. “Bisogna fare in modo che ci siano più interventi verso l’evasione fiscale – ha spiegato Petteni – e quindi trasferire le risorse sul reddito da lavoro e dei pensionati. Bisogna ridurre le tasse sul lavoro e si può farlo, tassando di più i redditi alti e le rendite finanziarie”.

Etichette: , ,