Compensi ai top manager: sono 100.000 le firme per fermare lo scandalo

La Fiba Cisl consegna oggi in Parlamento le centomila firme certificate (per la precisione sono 118.193) a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare per introdurre un tetto ai compensi dei top manager di società di capitali. Lanciata a fine maggio, la campagna è andata ben oltre l’obiettivo iniziale delle cinquantamila firme, a dimostrazione che la questione viene percepita come un vero e proprio scandalo.

Proprio in questi giorni è uscito lo studio dell’Eba, l’autorità bancaria europea, che calcola e compara gli stipendi degli uomini d’oro del credito nel continente ed evidenzia come la congiuntura negativa non abbia intaccato gli introiti dei nostri super dirigenti. Anzi, la retribuzione media per banchiere italiano è pressoché invariata rispetto al 2011. E questo mentre si alleggeriscono le buste paga dei lavoratori dipendenti e si straccia il contratto dei bancari.

 

Le tappe della campagna nel bresciano

7 settembre 2013
Già 50mila firme per il tetto ai compensi dei top manager. Ma Fiba Cisl rilancia

29 giugno 2013
Davanti a Ubi Banca raccolta di firme per uno stop ai supercompensi dei manager

25 giugno 2013
Cisl, raccolta di firme per dire basta alle retribuzioni milionarie ai top manager

4 giugno 2013
Uno stop ai super stipendi dei manager. Parte dalla Lombardia la raccolta firme

29 maggio 2013
In Cassazione la proposta di legge Cisl: un tetto agli stipendi dei manager

Etichette: ,