No slot. Contro il gioco d’azzardo campagna nazionale ‘Mettiamoci in gioco’

slot mobMercoledì 13 novembre il Coordinamento regionale della campagna contro il gioco d’azzardo darà vita a Milano ad una serie di manifestazioni distribuite nell’arco dell’intera giornata [QUI il programma].

Sono previsti incontri tra rappresentanti delle istituzioni e associazioni, un convegno per parlare di temi e strategie comuni sul problema del gioco patologico, riflessioni e testimonianze attorno al tema della criminalità organizzata e delle infiltrazioni mafiose.

Lo slogan della campagna è “Mettiamoci in gioco” e del Coordinamento Lombardia fanno parte Cisl, Cgil, Acli, Arci, Auser, Federconsumatori, Libera, Casa della Carità e associazioni impegnate nella lotta alle dipendenze.

ITALIA, FENOMENO DELL’AZZARDO – Nel nostro paese il gioco d’azzardo ha assunto una dimensione di massa che non ha quasi eguali al mondo e sono sempre più preoccupanti le ricadute sociali ed economiche.

L’IMPEGNO DELLA CISL – “Un sindacato che ha come obiettivo quello di essere sempre più soggetto sociale oltre che contrattuale – sottolinea Francesco Breviario, che nel coordinamento regionale rappresenta la Cisl – deve prendere l’iniziativa di fronte a queste situazioni. Sempre più gente, tentando la fortuna, si trova nella situazione di perdere il lavoro, la casa, di cercare il sostegno dei servizi sociali. Non dimentichiamo che sono in aumento i casi di persone che a causa del gioco ricorrono a prestiti a tassi da usurai”.

IL TRISTE PRIMATO DELLA LOMBARDIA – In Italia i giocatori in condizione patologica o ad alto rischio di dipendenza sono stimati in circa 800mila e sono in rapido aumento sia i costi per il sistema sanitario, sia il ricorso all’usura e le infiltrazioni mafiose nella gestione dei giochi. Con 5,7 miliardi di euro, Milano è la città in cui si è giocato di più e la spesa pro capite (escluso il gioco on line) vede sul podio ben due città lombarde: Pavia, al primo posto con 2.954 euro, e Como al secondo con 1.924 euro.

 

Tra le iniziative in atto contro i rischi del gioco d’azzardo:

NO SLOT UN MANIFESTO PER NON STARE A GUARDARE
Lanciato da VITA, rivista del non profit e della sostenibilità sociale

Se il barista dice no a slot machine e gratta e vinci
“Slot Mob”, una campagna dei giovani del Movimento dei Focolari

Lombardia, da oggi è una regione #NoSlot
Voto all’unanimità il 15 ottobre 2013 del Consiglio regionale

AZZARDO i numeri del boom
Infografica del settimanale VITA

Etichette: , , , ,