A Brescia la 63esima giornata ANMIL per le vittime degli incidenti sul lavoro

62 giornata ANMILDall’inizio di quest’anno ci sono già state 14 vittime sul lavoro nella nostra Provincia. Brescia purtroppo è ai vertici di queste classifiche in Italia. Bisogna metterci più impegno. Lo ricorda Angelo Piovanelli, Segretario Anmil di Brescia (Associazione nazionale lavoratori mutilati e invalidi del lavoro) in una intervista a Radio Voce in occasione della 63esima giornata nazionale dedicata alle vittime degli incidenti sul lavoro che si celebra oggi a Brescia.

Le cause principali degli incidenti – afferma Piovanelli rispondendo all’intervistatore – sono purtroppo sempre le stesse: oltre alla mancanza di misure di sicurezza, anche negligenza, sottostima del rischio e presunzione. Tutti fattori che portano a situazioni drammatiche.

Cosa dire alle aziende che non considerano conveniente investire su formazione e prevenzione nell’ambito della sicurezza?
Che si sbagliano di grosso! Infatti, tralasciando un discorso in termini di costi umani, un infortunio sul lavoro pesa molto al datore di lavoro anche sul piano economico. Molto meglio investire quindi in corsi formativi cercheremo inoltre di raggiungere un accordo con Inail per far sì che si incentivino le aziende attraverso sconti ad investire sulla sicurezza.

Quale è i programma della giornata?
In mattinata alle ore 9, nella chiesa di S. Alessandro in via Moretto, si svolgerà la S. Messa. In corteo raggiungeremo poi Piazza Loggia per la posa di una corona commemorativa. Dalle ore 10.30 si svolgerà nel salone Vanvitelliano del Palazzo municipale la cerimonia ufficiale della con il sindaco e le istituzioni.

giornata anmil brescia 2013Anche a Brescia, come in tante altre città italiane, la Giornata Anmil è accompagnata da una azione artistica denominata #cancellato: la scritta è stata apposta sui monumenti per richiamare l’attenzione sulla drammatica cancellazione della vita che viene operata dagli infortuni mortali sul lavoro

Etichette: , ,