Il Vescovo con gli operai della Riva: basta con il rimpallo delle responsabilità

foto“Che qualcuno abbia un sussulto di responsabilità e decida”. Il Vescovo di Brescia Mons. Luciano Monari ha incontrato oggi a Cerveno gli operai della Riva Acciaio e dopo un dialogo intenso con sindacalisti e lavoratori ha auspicato che il braccio di ferro tra magistratura e proprietà (“il pasticcio qui è che la responsabilità non è definita e viene rimpallata”) venga risolto al più presto.

CONTINUA IL BRACCIO DI FERRO TRA MAGISTRATURA E PROPRIETÀIl Gruppo Riva, infatti, ha oggi comunicato che dal suo punto di vista i chiarimenti sul sequestro forniti dalla magistratura di Taranto non cambiano la situazione per quanto riguarda un nodo fondamentale alla operatività delle fabbriche, quello del rapporto con le banche che in ragione del provvedimento del Giudice delle indagini preliminari hanno chiuso le linee di credito e l’operatività dei conti correnti.

LA PALLA DI NUOVO AL GOVERNO – Torna in campo così la necessità di un intervento del Governo. Il decreto è pronto e venerdì sarà sul tavolo del Consiglio dei Ministri.

I SINDACI DELLA VALLE PRONTI ALLO SCIOPERO DELLA FAME – Intanto i Sindaci della Valle Camonica si sono riuniti oggi nella sede della Comunità Montana e hanno deciso che in mancanza di decisioni concrete per la riapertura degli stabilimenti di Sellero, Cerveno e Malegno, da lunedì inizieranno uno sciopero della fame a oltranza.

operaio e vescovovescovo e operaio

Etichette: , , , ,