Regione, pagamenti della cassa in deroga e riforma delle politiche attive

Nella riunione odierna della Giunta, Regione Lombardia ha varato i provvedimenti con cui si accelerano i pagamenti delle casse integrazioni in deroga e si riforma lo strumento della dote per le politiche attive. Una decisione positiva – sottolinea in una nota Cisl Lombardia – che arriva dopo giorni di intensissimi incontri con i sindacati e con le parti sociali. La Regione decreterà nei prossimi giorni i pagamenti della cassa per i lavoratori delle 7.772 aziende che da gennaio non avevano ancora avuto nulla.
Regione e forze sociali – conclude la Cisl – devono condurre insieme sui tavoli nazionali la battaglia per ottenere le risorse necessarie a coprire la cassa integrazione in deroga fino a fine anno.

LA RIFORMA DELLA “DOTE LAVORO”
Le politiche attive per il lavoro puntano ancora sui meccanismi della “dote unica lavoro”. Il provvedimento si chiama “Occupati in Lombardia” e offre nuove opportunità sia a chi vuole crescere professionalmente, sia a chi ha perso il lavoro, sia ai giovani che lo stanno cercando. Gli operatori che verranno accreditati da Regione Lombardia, potranno candidarsi già nei prossimi giorni e dovranno offrire dei servizi in base alle esigenze dei singoli lavoratori, con finalità occupazionali concrete. In particolare, i servizi consisteranno in orientamento, consolidamento delle competenze, accompagnamento ad esperienze professionalizzanti in ambienti lavorativi e avvio al lavoro. Regione Lombardia ha stanziato per il progetto 48 milioni di euro e sono previsti incentivi per le imprese che assumeranno dei beneficiari della “dote unica lavoro”, stimati in 38.000 lombardi, tra disoccupati, occupati, persone all’ingresso nel mercato del lavoro e ad alto rischio di esclusione sociale.

I PAGAMENTI DELLA CASSA IN DEROGA
Sulla cassa Integrazione in deroga la Giunta regionale intende decretare gli aiuti in base sia alle richieste delle aziende che sulla base delle effettive necessità. Quando questi due criteri non coincidono, ovvero, se si utilizzano meno ore di cassa integrazione di quelle richieste, Regione Lombardia è pronta a utilizzare l’eccedenza per altri lavoratori di altre aziende. Entro fine mese, invece, verranno completati i pagamenti arretrati della cassa Integrazione in deroga utilizzando i 94,5 milioni di euro messi a disposizione dal Governo per Regione Lombardia.

Etichette: , ,