Sindacati e Comune di Brescia, falsa partenza

Falsa partenza per le relazioni sindacali della nuova Giunta Del Bono. Il tema è quello della riorganizzazione degli uffici e del personale del Comune di Brescia. Ma si comincia male – scrivono in un volantino [leggi qui il testo integrale] le organizzazioni sindacali.

C’è sconcerto per il merito (una rivoluzione – le aree passano da 10 a 8, i settori da 40 a 30, i servizi da 100 a 68, i dirigenti da 16 a 6 – senza discussione e senza confronto), fastidio per proposte sconclusionate (si chiede a lavoratori con una retribuzione media di 1300 euro di rinunciare a parte dello stipendio per continuare a pagare il piccolo esercito di funzionari-dirigenti ereditati dall’amministrazione Paroli), irritazione per il metodo (l’Assessore nega alle organizzazioni sindacali il dettaglio del provvedimento che sta per essere approvato dalla Giunta ma lo anticipa ad una televisione registrando un’intervista prima della riunione).

Significativo il titolo del volantino sindacale, “Continuiamo male!”, con un chiaro riferimento alla prassi delle relazioni sindacali imposta dalla vecchia amministrazione e alla mancata discontinuità verificatasi, purtroppo, con la nuova Giunta.

Etichette: , , ,