Valle Camonica, progetto amianto addio. La battaglia per l’ambiente continua

una delle manifestazioni contro il progetto amianto in valle camonicaBene l’abbandono del progetto amianto in Valle Camonica, ma l’impegno per l’ambiente e la salute nel territorio camuno non devono venire meno. Francesco Diomaiuta, componente la Segreteria della Cisl di Brescia, esprime così la soddisfazione sindacale per le buone notizie delle ultime ore giunte da Gianico.

Regione Lombardia ha infatti comunicato ufficialmente al Comune di Gianico l’archiviazione della pratica relativa alla richiesta, da parte di una impresa camuna, di realizzare un impianto di inertizzazione dell’amiamo nell’area industriale del paese. “Siamo felici – ha commentato Mirco Pendoli, coordinatore del Comitato ‘No amianto’ costituito in Valle Camonica un anno e mezzo fa per impedire l’apertura del sito – è una vittoria collettiva, di tutta Gianico, della Valle Camonica, di tutti coloro che si sono spesi con noi per questa causa. Un buon risultato dell’azione comune delle istituzioni e dei cittadini attivi!”.

“Cgil Cisl Uil hanno sostenuto fin dall’inizio la battaglia contro questo insediamento – aggiunge Diomaiuta – perché la difesa della salute e la difesa dell’ambiente in Valle Camonica devono essere criteri discriminanti per qualsiasi progetto industriale. La speranza è che questo importante risultato rappresenti l’inizio di una seconda fase degli sforzi fin qui messi in campo, con una richiesta pressante a Provincia e Regione di un piano di recupero ambientale delle situazioni di inquinamento presenti nel territorio camuno”.

Etichette: , , ,