Sicurezza sul lavoro, questione di cultura. A Edolo coinvolti 900 studenti

lezioni-di-sicurezza-a-scuolaDomenica 26 maggio Sondrio ospita la “Giornata regionale del mutilato e invalido del lavoro”. In vista dell’appuntamento l’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) ha vissuto domenica scorsa a Niardo un incontro zonale per la Valle Camonica.

 

Prevenzione e sicurezza sono state le parole chiave rilanciate dell’ANMIL per fare incisiva la battaglia per la salute e la sicurezza sul lavoro.

Numerosi gli interventi della mattinata introdotti dal Presidente nazionale dell’associazione, Franco Bettoni: Almara Cominelli, responsabile della sede di Breno dell’Inail (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro), ha ricordato che ad aprile i casi aperti presso l’istituto per incidenti e malattie professionali erano 537, 51 in più rispetto allo stesso periodo del 2012; Gianfranco Bertocchi, che è intervenuto a nome della Cisl provinciale, ha portato la riflessione sul piano della stretta attualità in riferimento al progettato impianto di trattamento dell´amianto a Gianico: “Va fatta un’altra riflessione – ha detto il sindacalista – perché c’è il rischio che prevalga l´interesse finanziario rispetto alla salute delle persone”; Noris Riva, consigliere nazionale, ha parlato dell’attività dell’ANMIL nelle scuole: attraverso il “Progetto Icaro” si è potuto parlare di salute e sicurezza sul lavoro ad oltre 900 tra bambini e ragazzi dalla seconda elementare alla terza media del distretto di Edolo.

Etichette: , , , , , ,