Ancora un morto. Tragica contabilità degli infortuni sul lavoro nel bresciano

Matteo Canta, l’operaio di 57 anni delle Acciaierie Venete di Sarezzo che lo scorso 8 maggio cadendo in una vasca di raffreddamento dei laminatoi, non ce l’ha fatta. Ricoverato nel reparto grandi ustionati dell’Ospedale di Verona è morto a causa delle garvi ferite riportate sul 90% del corpo.

Etichette: , , ,