Per la Piceni (75 posti di lavoro a rischio) oggi l’incontro tra sindacati e azienda

E’ in programma oggi pomeriggio a Chiari l’incontro tra le organizzazioni sindacali e i rappresentanti aziendali della Piceni. Per i 75 dipendenti della storica fabbrica di serramenti, attiva dal 1954, la doccia fredda è arrivata qualche settimana fa dalla Ufi Filters, il gruppo veronese a cui fa capo l’azienda, che ha annunciato l’intenzione di chiudere l’unità produttiva di Chiari.

Mercoledì si è svolta per le vie della cittadina una manifestazione [leggi in proposito l’articolo del Giornale di Brescia e quello di Bresciaoggi] culminata in Municipio dove Roberto Bocchio, Segretario generale della Filca Cisl di Brescia, insieme ai colleghi Enzo Bortolini della Cigl, Raffaele Merigo della Uil e Giovanni Madaffaro della Rsu hanno incontrato il vicesindaco Luca Seneci e gli assessori Iris Zini (Attività produttive) e Gabriele Zotti (Bilancio). Ai rappresentanti dei lavoratori il Comune ha assicurato attenzione e sostegno con l’impegno ad un passo anche da parte dell’Amministrazione civica verso la proprietà per chiedere un ripensamento della decisione di chiusura.
Nell’incontro del pomeriggio con l’azienda i sindacati intendono verificare tutte le possibilità per salvare l’occupazione (attualmente i lavoratori sono in cassa integrazione) anche attraverso percorsi di ricollocazione sostenuti da specifici accordi con la proprietà.

Etichette: , ,