I dipendenti della Provincia di Brescia e la riorganizzazione dell’Ente

Salvaguardia dei livelli occupazionali e professionali del personale della Provincia di Brescia; mantenimento e potenziamento dei servizi di welfare territoriale di cui, soprattutto in questo momento di crisi, c’è assoluto bisogno. Sono i due obiettivi che l’assemblea dei lavoratori della Provincia di Brescia iscritti alla Cisl Funzione Pubblica hanno affidato ai propri rappresentanti nelle Rsu al termine di un’ampia discussione sulla riorganizzazione delle Province – in termini di territorio e di competenze – definita dal Decreto Legge 188 del 5 novembre 2012.

“La Cisl ha sempre guardato con interesse alla semplificazione dei livelli istituzionali e alla riorganizzazione degli enti locali – si legge nel documento conclusivo dell’assemblea – ma questa legge piuttosto che produrre risparmi rischia di creare caos istituzionale e disservizi. La riduzione con procedura d’urgenza del numero delle province attraverso un decreto legge, ha generato infatti una serie di contenziosi presso la Corte Costituzionale che metteranno seriamente a repentaglio i pur nobili e condivisibili obiettivi che l’iniziativa di riordino prevede”.

leggi il testo integrale del documento

 

Etichette: , ,