Tessile e calzature: piattaforma unitaria per il rinnovo del contratto

L’assemblea nazionale degli organismi unitari di Femca Cisl, Filctem Cgil, Uilta Uil, unitamente ad una nutrita rappresentanza delle Rsu del settore, ha approvato oggi a Bologna la piattaforma sindacale per il rinnovo del contratto di lavoro 2013-2016 dei settori tessile-abbigliamento e calzaturiero (oltre 500.000 i lavoratori interessati), in scadenza il 31 marzo 2013.

I punti qualificanti la piattaforma concernono lo sviluppo della partecipazione dei lavoratori ai processi d’impresa, le politiche industriali a sostegno e difesa del settore, la diffusione della contrattazione di secondo livello, lo sviluppo di nuovi criteri di riconoscimento delle professionalità, il rafforzamento e l’estensione del “welfare contrattuale”, l’attivazione di strumenti contrattuali tesi a realizzare politiche finalizzate a mantenere e incrementare una buona occupazione, contro la precarietà.

La richiesta economica è di un incremento medio sui minimi tabellari di 132 euro (al 3° livello), oltre ad elevare a 250 euro annui la “quota perequativa” per quelle imprese che non effettuano la contrattazione di secondo livello.

La piattaforma – fanno sapere i sindacati – sarà subito inviata alle rispettive associazioni imprenditoriali (Smi e Anci-Confindustria, Uniontessile Confapi) per l’avvio immediato dei negoziati contrattuali.

Etichette: , , ,