Il tavolo ministeriale non basta. La vertenza Medtronic Invatec torna al punto di partenza

Nessuna novità dal Ministero dello sviluppo dove oggi sono tornati a confrontarsi azienda e sindacati sul futuro della Medtronic Invatec. La multinazionale si è limitata a confermare nuovamente il “piano strategico” presentato un anno fa e al sindacato non è rimasto che ribadire la ferma contrarietà dei lavoratori (digitando le parole Medtronic Invatec nella casella di ricerca in alto a destra è possibile avere la successione di tutte le notizie pubblicate sulla vertenza).

Amarezza nella delegazione sindacale anche per l’atteggiamento del Ministero che ha semplicemente preso atto che allo stato attuale non esistono strumenti utili per la soluzione della vertenza stessa.

“È chiaro – ha commentato al termine dell’incontro Gennaro De Troia, Segretario della Femca Cisl di Brescia – che le speranze riposte inizialmente sul ruolo del Ministero sono ormai sfumate e ci spingono a ricercare tutte le possibili strade per trovare soluzioni alternative. Ad oggi l’ unica cosa certa è la percorribilità del Contratto di Solidarietà per il 2013, come previsto da un accordo a fronte di una campagna di sabati di straordinari ancora in atto”.

Etichette: , ,