Rottura delle trattative sul trasporto pubblico. Confermato lo sciopero del 16 novembre

Asstra e Anav, le Associazioni delle aziende del trasporto pubblico locale, hanno rotto le trattative per il rinnovo contrattuale. Ne danno notizia Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl trasporti e Faisa Cisal al termine del ciclo di incontri che aveva segnato la ripresa del negoziato del contratto scaduto da cinque anni, sottolineando che “sono confermati il 16 novembre manifestazione a Roma e sciopero di bus, metro e tram senza fasce di garanzia”.

Le organizzazioni sindacali ritengono “assolutamente improponibile la proposta delle associazioni datoriali di rinnovo in autofinanziamento del contratto ed è necessario collocare il negoziato per il rinnovo contrattuale nell’ambito di un confronto in sede istituzionale che affronti contestualmente, come elementi di un’unica vertenza, anche il tema del riassetto industriale del settore e delle relative risorse finanziarie”.

“Questa vertenza – chiedono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl trasporti e Faisa Cisal – ha urgente bisogno di un’altra sede di confronto, di cui il Governo deve rapidamente farsi promotore per evitare i pesanti disagi per la cittadinanza che, inevitabilmente, saranno determinati dallo sciopero e dalla manifestazione del 16 novembre e per dare finalmente alla vertenza una concreta possibilità di avanzamento e conclusione positiva”.

Etichette: , ,