Rinnovato il contratto degli alimentaristi

Fai Cisl, Flai Cgil e UIla Uil hanno sottoscritto con Federalimentare, la federazione delle imprese del settore, l’accordo di rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro dell’industria alimentare per il triennio 2012-2015.

Le segreterie nazionali di Fai, Flai e Uila esprimono un giudizio positivo sulla conclusione della trattativa che rappresenta, in un contesto economico tanto difficile, un’importante tutela a salvaguardia dei diritti dei lavoratori, garantendo, tra le altre cose, il recupero del potere di acquisto dei salari.

È stato, infatti, previsto per il triennio un aumento delle retribuzioni di 126 euro suddiviso in quattro tranches (40 euro dal 01/10/2012, 40 euro dal 01/04/2013, 40 euro dal 01/05/2014, 6 euro dal 01/10/2015).

L’accordo inoltre migliora la normativa contrattuale in materia di congedi parentali, di assistenza ai familiari in stato di disagio, tutela ulteriormente i lavoratori migranti e rafforza il capitolo relativo al diritto allo studio, inoltre a partire dal 1 gennaio 2013 è previsto, a carico delle aziende, un contributo annuo di 24 euro che saranno versati a un fondo bilaterale che garantirà alle lavoratrici un’integrazione alla maternità facoltativa esempio brillante delle potenzialità del welfare contrattuale.
Importanti miglioramenti sono stati poi apportati al capitolo della bilateralità contrattuale.
Infine l’accordo ha aggiornato, migliorandola, la normativa contrattuale sul mercato del lavoro anche alla luce delle recenti novità apportate dalla riforma Fornero.

Fai, Flai e Uila infine esprimono soddisfazione per l’importante risultato frutto dell’impegno unitario delle tre Federazioni.

Etichette: , ,