Firmato il contratto regionale per i lavoratori artigiani dell’area chimica

Filtem Cgil, Femca Cisl, Uilcem Uil Lombardia e le associazioni padronali del settore artigiano  hanno raggiunto un’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto dei 30.000 lavoratori dei comparti chimico, gomma plastica, vetro e ceramica.

L’intesa – che arriva dopo dodici anni di stop e di rinvii – prevede l’aumento di 850 euro nei tre anni, al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dai piani di partecipazione. Inoltre l’ipotesi di accordo prevede l’informazione preventiva al delegato di bacino per ogni richiesta di cambiamento di orario da parte dell’azienda, un rafforzamento della parte formativa e, per sviluppare le relazioni partecipative, l’istituzione di un osservatorio. L’ipotesi non modifica in nulla la parte relativa al mercato del lavoro.

“Questo risultato è importante perché è un segnale forte per un settore che soffre pesantemente gli effetti della crisi, e perché va nella direzione di relazioni che aiutino il settore stesso a superare questo momento e a traguardarsi verso la crescita – afferma Luigi Cannarozo, segretario regionale Femca Cisl Lombardia – Nel contempo questa ipotesi di accordo è importante per le lavoratrici e i lavoratori, che da molti anni non hanno avuto la possibilità di percepire nessuna forma di integrazione salariale e che da oggi potranno incrementare il salario di secondo livello con quanto pattuito per il prossimo triennio”.

Nelle prossime settimane Filtem Cgil, Femca Cisl, Uilcem Uil daranno il via alla consultazione tra le lavoratrici e i lavoratori, con l’obiettivo di concludere l’ter entro novembre e poter far corso alla firma definitiva dell’accordo.

Etichette: , ,