Giovani studenti del Benin in visita alla Cisl

Una delegazione di giovanissimi studenti africani del Benin, a Brescia per invito della Fondazione Tovini, hanno fatto visita oggi pomeriggio alla Cisl di Brescia.

A colpirli è stato il via vai di gente e la quantità di uffici ricavati all’interno di quella che un tempo era una fonderia, ma a catturare la loro attenzione è stato lo sportello di informazione e consulenza per i cittadini e i lavoratori immigrati, e le parole dell’acronimo Anolf: Associazione Nazionale Oltre le Frontiere.

Tra i ragazzi c’è chi ha chiesto più volte la traduzione di quelle parole. In fondo la loro esperienza è proprio legata all’idea che il mondo ha bisogno di andare “oltre le frontiere”.

Sono ormai undici anni che la Fondazione Tovini, nell’ambito dei progetti di scambio culturale con diversi Paesi, accoglie periodicamente gruppi di studenti che ospita presso delle famiglie e per i quali organizza incontri ed iniziative finalizzati alla conoscenza della realtà locale. In questo percorso la Cisl è stato un punto di osservazione nuovo offerto ai giovani beninesi.

Ad attendere la piccola delegazione (otto ragazzi di scuola media, due professori, un prete ed una suora, oltre a due accompgnatori della Fondazione Tovini) c’era la Segreteria della Cisl al gran completo. All’inizio timidi e riservati, i ragazzi si sono fatti via via più sicuri e curiosi facendo un sacco di domande sul sindacato italiano ma anche raccontando di sé e del loro paese.

 

Etichette: , ,