Criteri e priorità nei tagli alla spesa pubblica

La spending review prevede 8 miliardi di euro in meno alla sanità e 15 miliardi di euro di tagli alle Autonomie Locali. Cosa significhi concretamente in termini di assistenza ai malati e di servizi ai cittadini e facile immaginarlo.

La Cisl Funzione Pubblica ne ha fatto oggetto di un volantinaggio agli ingressi dell’Ospedale Civile di Brescia, ribadendo che la revisione della spesa pubblica è sì necessaria, perchè troppi sono gli sprechi e le inefficienze, ma che per essere veramente efficace deve essere frutto di scelte ragionate e condivise. E condivise prima di tutto con i lavoratori, che al pari dei cittadini sono vittime delle inefficienze e rischiano di diventare il capro espiatorio di una politica che non sa indicare criteri e priorità per i tagli da operare.

L’iniziativa della Cisl Funzione Pubblica rientra nel quadro della mobilitazione che la categoria, insieme alla Cisl territoriale e alla Federazione Pensionati, sta mettendo in atto a livello provinciale. Volantinaggio e sensibilizzazione dei cittadini continuano domani davanti alla sedi cittadine dell’INPS e dell’Azienda Sanitaria Locale di Brescia, per concludersi venerdì 21 con un volantinaggio davanti al Tribunale, alla sede INAIL e agli ingressi dell’Ospedale di Chiari.

Etichette: , , ,