Santini domani a Brescia: dallo scontro alla cooperazione per uscire dalla crisi

Ha fatto parte ieri della delegazione sindacale all’incontro con il Governo; domani sarà a Brescia per il Consiglio generale della Cisl bresciana convocato per una prima verifica dopo l’entrata in vigore della riforma del mercato del lavoro.

Un tema al quale Giorgio Santini, Segretario generale aggiunto della Cisl, affiancherà l’attualità delle ultime ore con la richiesta del Governo ad imprese e sindacati di un accordo sulla produttività e la competitività per la crescita e l’occupazione. Ci sono spazi per archiviare le vecchie logiche di contrapposizione e instaurare un clima di cooperazione che abbia come scopo quello di risollevare il paese?

Delegati e dirigenti del sindacato di via Altipiano d’Asiago avranno domani un quadro aggiornato e dettagliato della situazione, sulla base del quale svilupperanno il dibattito con il numero due della Cisl nazionale.

Produttività e nuova organizzazione delle regole del lavoro dunque. Se la discussione sulla prima è appena avviata, la riforma del mercato del lavoro è una realtà che deve entrare nelle politiche contrattuali e dev’essere messa alla prova per capire se riuscirà a dare un contributo alla ripresa e alla stabilizzazione dell’occupazione.

La riunione del Consiglio generale della Cisl bresciana avrà inizio alle ore 9,30 di domani, giovedì 13 settembre, nell’Auditorium della sede Cisl in via Altipiano d’Asiago, 3 a Brescia.

Etichette: , , ,