Un altro morto sul lavoro. Interrogativi e dubbi sul rispetto delle norme di sicurezza

Con la stessa dinamica di un infortunio mortale avvenuto pochi giorni or sono, oggi pomeriggio è morto a Travagliato un operaio di 39 anni. Si tratta di Davide Peretti, residente ad Artogne in Valcamonica: è precipitato dal tetto del capannone della Water Technology nella zona industriale del paese. Vi era salito assieme ad un collega per riparare delle perdite: una lastra di copertura, forse di eternit o di vetrocemento, ha ceduto e l’uomo è precipitato da un’altezza di oltre dieci metri morendo sul colpo. Di fronte a questa ennesima tragedia si ripropongono dubbi e interrogativi che non riguardano l’esistenza o l’efficacia delle norme di sicurezza sul lavoro, ma il loro rispetto e la loro effettiva applicazione.

Etichette: , ,