Immigrati all’esame di italiano: in un anno 4.359 candidati, 3.267 “promossi”

L’Ufficio scolastico di Brescia ha pubblicato sul proprio sito internet le “Linee guida per l’alfabetizzazione a favore di cittadini adulti provenienti da paesi terzi, promosse da Associazioni operanti sul territorio”.

Un documento di indirizzo che nelle premesse riepiloga dati e notizie estremamente interessanti. A cominciare dal numero degli alunni stranieri nelle scuole bresciane: sono 27.368 e rappresentano il 17,47% della popolazione scolastica.

Se per i giovani il processo di apprendimento della lingua italiana è del tutto naturale, certo è più difficile per gli stranieri adulti che vivono e lavorano in Italia. Per loro da diversi anni l’associazionismo bresciano più attento alle questioni dell’integrazione sociale – e la Cisl e l’Anolf sono parte attiva di questa realtà – promuove corsi di alfabetizzazione per il conseguimento della certificazione linguistica necessaria all’ottenimento del permesso di soggiorno.

Da febbraio 2011 a febbraio 2012 – si legge nel documento dell’Ufficio scolastico – sono state svolte nel bresciano 228 sessioni d’esame: su 4.359 candidati sono state rilasciate 3.267 certificazioni linguistiche.

Risultati importanti che l’Ufficio scolastico territoriale e le Associazioni impegnate in questo campo (oltre alla Cisl si tratta di Acli, Anolf, Arci, Centro migranti, Cgil e Fondazione Piccini) puntano a migliorare ulteriormente migliorare attraverso standard comuni di riferimento. Da qui le “Linee guida” che definiscono procedure gestionali e contenuti dei corsi secondo il “Quadro comune europeo di riferimento delle lingue”.

LE LINEE GUIDA PER I CORSI DI ALFABETIZZAZIONE

Etichette: , , , , ,