Elaborazione della Cisl sui dati INPS riferiti ai licenziamenti da gennaio a luglio

A luglio in Lombardia sono stati licenziati altri 5.582 lavoratori, 950 dei quali nel bresciano. Complessivamente, sono 41mila e 365 i lavoratori che nei primi sette mesi dell’anno hanno perso il posto: + 23,1% rispetto allo stesso periodo del 2011: da gennaio a luglio nella nostra provincia sono stati licenziati 7.012 lavoratori.

I dati raccolti ed elaborati dalla Cisl Lombardia sulla base dei dati Inps fotografano l’aggravamento della crisi nel settore manifatturiero, in modo particolare nelle imprese più piccole. Ed è proprio da queste che nel bresciano è venuto il maggior numero di licenziamenti: 5.712 contro i 1.300 registrati nei primi sette mesi dell’anno nelle realtà produttive di maggiori dimensioni.

Etichette: , ,