La Cgil di Brescia e l’unità sindacale? Dipende da come si alzano la mattina

“Davvero viene da pensare che per la Cgil di Brescia l’unità sindacale dipende da come si alzano la mattina!” Enzo Torri, Segretario generale della Cisl, registra con stupore l’ennesimo strappo della Camera del lavoro che ha deciso per martedi 26 di proclamare uno sciopero. “Una settimana fa – spiega Torri – Cgil Cisl Uil hanno manifestato unitariamente a Roma sui temi del lavoro, del fisco e della difesa dello stato sociale. Una grande, importante manifestazione che si è chiusa con un impegno a dare seguito alla mobilitazione con ulteriori azioni unitarie. Evidentemente nella nostra realtà quell’impegno non vale, visto che Cgil di Brescia ha deciso di farsi un suo sciopero tutto suo”.

Ma il Segretario generale della Cisl di Brescia non ci sta a lasciare che anche quest’ultima trovata venga rubricata sotto il capitolo delle stranezze della Camera del lavoro cittadina. “La strategia della Cgil bresciana tende in maniera sistematica ad azzoppare qualsiasi percorso unitario, come dimostra del resto il recente voto del loro direttivo contro la loro stessa Segreteria nazionale”.

“A chi è rivolto dunque lo sciopero – chiede polemicamente Torri – contro il Governo o contro la Camusso? Contro la legge di riforma del mercato del lavoro o contro la Cisl e gli altri sindacati che in una situazione economica ed occupazionale drammatica cercano di creare le condizioni perché si possa salvare il lavoro?”

“La gravità della situazione – conclude il Segretario della Cisl bresciana – impone a tutti gesti di responsabilità, orientati alla ricerca di soluzioni condivise, costruendo proposte credibili in grado di essere ascoltate. Proclamare scioperi, da soli, in questa situazione non solo confonde, ma alimenta tensioni nei luoghi di lavoro dove già troppe sono le preoccupazioni dei lavoratori e delle loro famiglie. La strada da percorrere è la formulazione di proposte unitarie sulle quali costruire l’adeguato consenso nel Paese per farle avanzare poi in Parlamento.

Etichette: , , ,