500mila Euro per la “Leva Civica” negli Enti locali. Un’opportunità per i giovani

La “Leva Civica” è nata a livello nazionale per promuovere il coinvolgimento dei giovani nella società civile e in attività che riguardano il terzo settore, il welfare, l’economia sociale, l’ambiente. In Lombardia diventa ora anche un’occasione di formazione e di crescita, grazie ad un bando che finanzia progetti di cittadinanza attiva promossi dagli enti locali lombardi – Comuni, unioni di Comuni, Comunità montane – sia a livello di educazione civica che in settori di interesse della comunità stessa. Nei progetti verranno coinvolti giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni. La sede di Bresscia di IAL Lombardia è a disposizione degli Enti locali interessati per la presentazione delle domande e per l’organizzazione dei percorsi formativi previsti dal bando regionale.

Un finanziamento di 500mila Euro
Il bando prevede finanziamenti per complessivi 500.000 Euro; gli enti locali potranno ottenere un contributo pari al 50% della spesa prevista per ogni singolo progetto; per i giovani che sceglieranno la Leva civica volontaria è previsto un contributo di 300 euro al mese e il conseguimento al termine del percorso di un attestato di competenza.

Il supporto di IAL Lombardia
Per l’attuazione dei percorsi di cittadinanza attiva, gli enti locali dovranno avvalersi necessariamente di enti accreditati presso Regione Lombardia in qualità di soggetti attuatori delle iniziative di formazione. Tra questi enti c’è IAL Lombardia attraverso tutte le sue sedi (a Brescia IAL è in via Castellini) già operativa per affiancare gli Enti locali sia per quanto riguarda la presentazione della domanda che per le azioni formative collegate.

Etichette: , , , ,