Il Primo Maggio di Katia e Giovanbattista: due lavoratori sul palco di Piazza Loggia

Dopo il corteo che ha attraversato il centro storico, la manifetsazione del Primo maggio vive ora un altro momento. All’arrivo in Piazza Loggia il corteo ha sostato davanti alla stele che ricorda le vittime della strage del 1974, strage senza colpevoli per la giustizia che pochi giorni fa ha scritto probabilmente con la sentenza della Corte d’assise e d’appello il suo atto di resa. Non per questo Brescia dimentica, il mondo del lavoro in particolare, ricordando che quella tragica mattina di 38 anni fa il terrorismo prese si mira proprio una manifestazione sindacale.

A prendere per primi la parola dal palco del Primo Maggio sono due lavoratori: Giovanbattista Cò dell’Alfa Acciai (leggi il testo del suo intervento) e Katia Fratus ex dipendente di un’azienda tessile bresciana: danno voce alle difficoltà che migliaia di lavoratrici e lavoratori bresciani si trovano a vivere, tra l’incertezza del presente e le speranze per il futuro.

Etichette: , ,

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511