Questa mattina a Cremona la manifestazione regionale dei lavoratori agricoli

 

 

 

 

Questa mattina alle 11, davanti al palazzo della Prefettura di Cremona si sono presentati diverse centinaia di lavoratori agricoli lombardi –più di un centinaio da Brescia – con striscioni e bandiere per la dare vita alla manifestazione regionale indetta da Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil in occasione dello sciopero nazionale del settore.

Perché a Cremona? Perché è uno dei territori di eccellenza del settore agricolo lombardo, richiamando l’attenzione generale sul malessere del comparto.

Il disegno di legge sulla riforma del lavoro – hanno detto i manifestanti – cancella l’attuale previdenza agricola e le prerogative contrattuali del settore.
L’estensione a tutti i lavoratori agricoli dell’uso dei voucher, ovvero i buoni lavoro introdotti per pagare i lavoratori a ore, fa saltare quelle limitazioni che invece erano state previste proprio per limitarne l’uso, condannando un milione di lavoratori e lavoratrice alla totale precarietà”.

Altri temi della protesta sono stati il ripristino delle risorse tagliate alla forestazione e al territorio, i ritardi nel pagamento degli stipendi per alcuni lavoratori del sistema allevatori e le previsioni di congelamento del salario per i lavoratori dei consorzi di bonifica.

 

 

 

 

foto da cremonaoggi.it

 

 

Etichette: , ,